Record di apnea di 3 ore. Accade tra balene…


Che Ginaluca Genoni sia il campione indiscusso di apnea e detenga ormai il record mondiale di apnea statica, avendo trattentuo il respiro sott’acqua per ben 18 minuti, è cosa ormai nota, sì però tra gli esseri umani. Ma accade che, nel mondo animale, c’è chi detiene il suo recond trattanendo il respiro per ben 3 ore battendo di gran lunga un record: le balene. A stabilirlo è una ricerca scientifica che ha dimostrato come gli Zifidi (Ziphiidae) abbiano infranto il record precedentemente riportato – da parte di uno zifio (Ziphius cavirostris) – di oltre un’ora. Anche il loro tempo di recupero è incredibile: una balena si è riposata per soli 20 minuti dopo un’immersione di 2 ore.

Un esemplare di zifio può crescere fino a 7 metri di lunghezza e pesare fino a 3.080 chilogrammi. I maschi maturi hanno due denti a forma di cono che sporgono dalle loro mascelle inferiori e i loro corpi sono spesso segnati da graffi lunghi e pallidi che si pensa siano cicatrici da competizioni di accoppiamento sulle femmine. Poiché trascorrono pochissimo tempo in superficie, sono estremamente difficili da osservare in natura.

Queste creature trascorrono il 90% del loro tempo sott’acqua, in profondità o in immersioni meno profonde. Gli esperti hanno osservato più di 3.680 immersioni in un periodo di quattro anni. In precedenza, nel 2014, un altro team di ricercatori aveva segnalato un’immersione record dalla durata di 2 ore e 17,5 minuti. Tuttavia, quando gli autori del nuovo studio hanno esaminato i dati del 2017, hanno scoperto un paio di immersioni ancora più estreme. La prima immersione è durata 2 ore e 53 minuti, l’altra ancora di più: ben 3 ore e 42 minuti. <<Va contro ciò che pensiamo che i mammiferi dovrebbero essere in grado di fare>>, afferma infine l’autore dello studio.

Ultimamente, più di 380 esemplari si sono spiaggiati in Tasmania, il peggior evento del genere mai visto sulle coste dell’Australia.

COMMENTI ( 0 )

Scrivi il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.